venerdì 26 giugno 2009

I superlativi

Superlativo
relativo


Il (i-la-le) più/ il (i, la, le) meno
+ aggettivo+ di (del/dei/dela/delle)


E’ sempre riferito a un gruppo di cose, persone, ecc.

E’ il più divertente dei tuoi amici.
(confronto con tutti gli amici)
Sono
le scuse meno convincenti che tu possa inventare
(in relazione a tutte le scuse possibili)
E’ la storia più emozionante che io abbia mai vissuto
(questa fra tutte le altre)
Sono i
libri meno comprati di quest’anno
.
(in rapporto a tutti i libri pubblicati)

Superlativo
assoluto

invece denota il grado di qualità dell’aggettivo elevato al
massimo,
senza alcun rapporto con altri soggetti della stessa specie.
Basta aggiungere -issimo-a-i-e oppure mettere molto davanti all’aggettivo.

Mario è simpaticissimo.
Mario è molto simpatico.


Attenta alla costruzione:
Mario è un ragazzo molto
simpatico
( e non «un molto simpatico ragazzo»)
Sono considerati
superlativi assoluti anche espressioni come...
ricco sfondato (ricchissimo),
ubriaco fradicio,
innamorato cotto, ecc.

Nessun commento:

Posta un commento